martedì 29 maggio 2012

Over There #1: "Suffocate" di S. R. Johannes


Nelle ultime settimane, grazie alla nascita di storie dentro storie e alla mia rivalutazione di generi letterari che prima evitavo quasi come la peste, sto seguendo, oltre a una marea di blog italiani, anche una manciata di blog americani, un po' per la semplice curiosità di vedere come se la passano i bloggers lontani da qui, ma un po' anche per trovare l'ispirazione per nuove iniziative o... nuove letture.

Leggo e capisco abbastanza bene l'inglese (articoli sul web, i testi delle canzoni, qualche film sottotitolato, e via dicendo), però devo ammettere che non mi sono mai cimentato nella lettura di un libro in lingua originale. La voglia di provarci ce l'ho avuta diverse volte: per esempio, anni fa ho comprato Harry Potter and the Deathly Hallows appena uscito, perché dovevo sapere come sarebbe finita la saga e non volevo aspettare mesi e mesi per l'uscita italiana. Ecco. Mi sono arreso alla seconda pagina. E ora sta lì, in libreria, tanto triste, a prendere polvere. Ho sempre quella paura di... perdermi qualche passaggio importante, capire l'esatto opposto, fare una confusione pazzesca. Però, gli anni passano, il mio inglese migliora un pochino sempre più, la curiosità nei confronti di certi libri è tanta... allora mi sono detto: "devo continuare a provarci!" Sì, okay, con un po' più d'impegno magari... però voglio farlo, voglio riprovarci. Ora che ho il Kindle, poi, col vocabolario "leggero" e sempre a portata di mano, dovrebbe essere pure più facile. Staremo a vedere...

Insomma, mi sto interessando anche a qualche libro straniero, quindi tutta questa introduzione era per dire che questa nuova rubrica, Over There (titolo tratto da due episodi di Fringe, una delle mie serie tv preferite), nasce con l'intenzione di mostrarvi, senza una cadenza fissa, libri inediti in Italia che mi attirano in modo particolare, sperando che magari in futuro vengano tradotti e pubblicati da qualche anima pia anche da noi, oppure che prima o poi tenterò di leggere in lingua originale.

Il libro che ho scelto per inaugurare questo nuovo appuntamento è Suffocate di S. R. Johannes, una novellette (un testo più lungo di un racconto ma più corto di una novella) pubblicata negli USA da Coleman & Stott il 21 maggio (solo in edizione e-book). È la prima parte di The Breathless Series, una trilogia young-adult che coniuga thriller, distopia e science fiction. Il sequel, Choke, uscirà nell'autunno 2012, mentre per leggere il capitolo conclusivo, Exhale, bisognerà attendere l'inverno 2013.

Titolo: Suffocate
Autore: S. R. Johannes
Pagine: 30
Prezzo: e-book 0.89 €
Per secoli, il mondo al di fuori del Bioma è stato invivibile. Oggi, per la prima volta, qualcuno tenterà di uscire nella soffocante ecosfera. Eria non è preoccupata: suo padre è uno scienziato e ha testato molte volte e con successo le Bio-Suit, delle nuove speciali tute che dovrebbero finalmente permettere l'apertura dell'eco-bolla in cui vivono. Dovrebbe essere un giorno importante, un giorno di festa, ma qualcosa va storto. Nel bel mezzo della tragedia, Eria scopre una profonda cospirazione che colpisce direttamente l'aria che respira.
Se i responsabili del disastro dovessero scoprire quello la ragazza sa, le darebbero la caccia fino a quando non esalerà il suo ultimo respiro.
[trama tradotta e, in alcune parti, "creata" da me - con l'ausilio dell'estratto che è possibile leggere in anteprima  su Amazon - perdonatemi gli eventuali errori!]

È un e-book di sole 30 pagine, e costa pochissimo, quindi penso che proverò a leggerlo molto presto. Vi  terrò aggiornati, ovviamente!

[Se volete provare a vincerne una copia, qui trovate un giveaway internazionale organizzato da Hannah di Once Upon A Time, il blog grazie al quale ho scoperto questo libro. Affrettatevi, però... avete tempo solo fino domattina alle 6!]

Voi come ve la cavate con la lettura in lingua originale?
E cosa ne pensate di questo Suffocate?! Aspetto i vostri commenti!

14 commenti:

  1. Io mi diletto a tradurre i drama (telefilm asiatici - amo la Corea del Sud) e lo faccio usando i sottotitoli inglesi, ma leggere un libro è diverso che seguire delle battute e non so se mai ci proverò. Come te avrei paura di perdere dei passaggi, delle emozioni, di non capire magari un concetto importantissimo. Insomma non voglio perdermi le sfumature e visto che ci sono sicuramente tantissimi bei libri tradotti di cui nemmeno so l'esistenza, per ora non sento questa esigenza! Poi chissà! Nonostante tutto sbircio e gironzolo spesso sui blog stranieri a caccia di news!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, posso immaginare... infatti farò qualche tentativo, per vedere come me la cavo... anche perché Suffocate mi incuriosisce parecchio. Poi, oh... se proprio non dovesse andare... pazienza! :P

      Elimina
    2. Fai bene a provare, un ebook di 30 pagine non è di certo un mattone come Harry Potter XXD! Poi come dici tu... pazienza, tutto fa esperienza!

      Elimina
  2. Davvero un'idea carina! Anche io l'inglese lo capisco abbastanza bene e mi piace anche impararne sempre di più... però ho provato già con diversi libri la lettura in lingua originale... e per carità capisco abbastanza... però non posso permettermi di rilassarmi neanche un attimo! Se mi distraggo sono costretta a rileggere mille volte... non posso rifletterci sopra ecco richiede troppa concentrazione... quindi per ora ho rinunciato...!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio!
      E sì, posso immaginare, non possono esserci distrazioni, sennò... tanti cari saluti! Eheh!
      Infatti penso che l'ideale (almeno per me) sia quello di partire da un testo corto... poi si vedrà... certo, se proprio dovessi trovarmi di fronte a troppe difficoltà, e se invece di un piacere diventasse una tortura, bhè, pazienza, ne farò a meno! ;)

      Elimina
  3. Bella rubrica! :) aspetto libri inediti su altri generi però, eheheh :D
    Io non so se mi cimenterei mai con la lettura in inglese, però bravo per il 'coraggio'! ^^
    facci sapere come va! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah, chissà perché mi aspettavo che avessi qualcosa da ridire sul genere! :PPP

      Elimina
  4. Io me la cavo davvero bene ahaha ovviamente perché è la mia lingua madre, come ben sai. Secondo me dovresti, soprattutto, oltre a provare, PERSEVERARE! Se tu vuoi farcela, ce la farai. Tutto qui!
    Partecipo anch'io a questo giveaway, non si sa mai :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, infatti... è quello che farò! Grazie per il consiglio! E in bocca al lupo per il giveaway!

      Elimina
    2. Lo stesso per te Matteo :)

      Elimina
  5. Io con l'inglese me la cavo bene e leggo volentieri in lingua :) Ti consiglio di iniziare perché, oltre al piacere di scoprire le scelte originali dell'autore, non è così arduo come potrebbe sembrare e, anzi, ti renderà man mano più sicuro delle tue competenze linguistiche!
    Per carità, magari è meglio partire con libri dal linguaggio più "lineare" - i libri YA in questo sono più che adatti - ma, se già sei pratico della lingua, passare a letture più impegnative sarà un gioco da ragazzi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. P.S. comunque, di nuovo una bella idea questa rubrica :) (e mi complimenti per la citazione a Fringe ;D)

      Elimina
    2. Sì, infatti penso che questo Suffocate sia l'ideale per il primo tentativo serio... poi è anche molto breve, quindi non dovrei fare troppa fatica. O almeno spero! :P
      Grazie comunque! :)
      Anche per i complimenti per il titolo. Fringe è una delle mie serie tv preferite in assoluto. Ero indeciso tra "Over There" e "The Book From The Other Side"... e alla fine ho optato per quello più corto! ;)

      Elimina
  6. Poi facci sapere come andrà questa lettura :)

    E' anche una delle mie serie preferite :D Carino anche il titolo alternativo, ma in effetti sarebbe stato un po' troppo lungo!

    RispondiElimina