sabato 5 maggio 2012

"Coral Glynn" di Peter Cameron (novità in uscita)


Oggi voglio segnalarvi un libro in uscita che mi interessa particolarmente, ovvero Coral Glynn di Peter Cameron (l'autore di Un giorno questo dolore ti sarà utile, romanzo che a me è piaciuto davvero tanto). Sarà nelle librerie dal 9 maggio, pubblicato da Adelphi (collana Fabula, 272 pagg., 18 €).

Ci sono libri – anche grandi libri – che si ricordano magari per la storia, o i personaggi, o le atmosfere. Poi ce ne sono altri, più rari e sfuggenti, che all’universo parallelo della letteratura arrivano in un modo diverso – curvando lo spaziotempo della narrazione per portarci in una scena che, al di fuori delle loro pagine, sembra non voler esistere. Ad esempio in una grande villa nella campagna inglese alla fine della seconda guerra mondiale, dove Coral, che al mondo non ha più nulla e nessuno, arriva per assistere nei suoi ultimi giorni la padrona di casa, e poi aiutare il figlio di lei, il maggiore Clement Hart, a guarire dalle ferite che il conflitto gli ha lasciato. In quelle stanze buie, gelide e spettrali come la campagna che le circonda, Coral e Clement arrivano in brevi momenti, con le parole, quasi a toccarsi. Ma ogni volta, dalla caligine che si insinua ovunque, qualcosa – un anello rubato, un inquietante gioco infantile, un misterioso profumo di fiori – si materializza, costringendo il desiderio e il bisogno a prendere una forma meno categorica dell’amore. È l’inizio di un viaggio lieve, doloroso e imprevedibile, difficile da raccontare e impossibile da dimenticare. Che Peter Cameron ci invita a intraprendere con una sola promessa, quella di guidarci, per minuscoli slittamenti delle emozioni, a un finale che non ci aspetteremmo – e di farci sentire improvvisamente molto vicini «al cuore dorato e incandescente dell’universo».

Costa un sacco, quindi mi toccherà aspettare un po' prima di acquistarlo (sì, okay, anche perché la mia wishlist è immensa... ma meglio non pensarci!), però secondo me deve essere proprio bello! Poi io adoro le edizioni dell'Adelphi, così sobrie ed eleganti!!!

2 commenti:

  1. Anche a me piacciono molto le edizioni Adelphi, hanno uno stile inconfondibile!

    RispondiElimina