martedì 5 giugno 2012

Teaser Tuesdays #6



Teaser Tuesdays  è una rubrica ideata dal blog Should Be Reading. Consiste nel prendere il libro che si sta leggendo, aprirlo in una pagina a caso e condividere un passo tratto da quella pagina. Io, però, ho deciso di non seguire la regola della "pagina a caso", ma sceglierò la citazione personalmente (senza fare spoilers, promesso!).

Buongiorno! Ecco il teaser di oggi:
Kyla guardava i ballerini che si muovevano leggiadri e aggraziati e li invidiava. Appoggiata a una colonna, ondeggiava al ritmo della musica. Una musica meravigliosa, misteriosa, che le faceva battere il cuore. Percepiva la storia che si nascondeva dietro le melodie, dietro le note. Percepiva la passione, nella musica e nei gesti dei ballerini. E quella passione smuoveva qualcosa dentro di lei e la imbarazzava. Si chiese come avrebbero ballato le foglie, cadendole sulla lingua. Il fuoco che guizzava dentro di lei, il fuoco che si raffreddava. E l'aria che danzava...

[da La profezia del lupo. L'eredità dell'ombra di Marilù Monda, p.136]
Se avete voglia di partecipare, lasciate il vostro teaser nei commenti! Buone letture!

4 commenti:

  1. Che bella... molto evocativa. :)

    Lascio la mia (una a caso :D):

    Perché è la perdita la misura dell'amore?
    [Incipit di Scritto sul corpo, J. Winterson.]

    RispondiElimina
  2. Voleva leggerla con tutto se stesso. La lettera che, una vita fa, aveva atteso con ansia e amore, entrambi dolorosamente disattesi. Tuttavia leggerla avrebbe potuto dare un senso diverso alla sua esistenza. Il senso di una vita alternativa, di un bivio preso
    nella direzione, forse sbagliata, forse quella che il destino aveva voluto. Magari per colpa delle Poste.

    tratto da IL PRECARIO EQUILIBRIO DELLA VITA , G. Marconi, p. 12)

    ciao Matteo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *__*
      Libro finito in wl. Grazie! :)

      Elimina
  3. Ehi Matteo :) Bel Teaser ^^ Ecco il mio!

    Da Cinder. Cronache lunari di Marissa Meyer, p. 102:
    "La piccola luce arancione illuminò il suo campo visivo e lei lasciò cadere la chiave per la sorpresa. Picchiò con fragore contro le mattonelle del pavimento, ma lei era troppo stordita per preoccuparsene.
    Lui non aveva detto niente. Com'era possibile che stesse mentendo?
    Il dottore non fece una piega. I suoi occhi splendevano, deliziati dalla reazione di Cinder. «Per piacere» disse agitando le dita verso il lettino. «Vorresti sederti?»"

    RispondiElimina