martedì 25 settembre 2012

Teaser Tuesdays #21



Teaser Tuesdays  è una rubrica ideata dal blog Should Be Reading. Consiste nel prendere il libro che si sta leggendo, aprirlo in una pagina a caso e condividere un passo tratto da quella pagina. Io, però, ho deciso di non seguire la regola della "pagina a caso", ma sceglierò la citazione personalmente (senza fare spoilers, promesso!).

Buon pomeriggio a tutti! Ecco il teaser di oggi dal (senza sbilanciarmi troppo) bellissimo libro che sto leggendo in questi giorni:
Un urlo le riempì le orecchie. Trasalì, mentre il suono perforava il suo sistema audio, e si girò verso la fonte. Sul mercato scese il silenzio. I bambini, che si erano messi a giocare a nascondino tra le bancarelle affollate, fecero capolino dai loro nascondigli.
L’urlo arrivava dalla panettiera, Chang Sacha. Perplessa, Cinder si alzò e si arrampicò sulla sedia per guardare oltre la folla. Vide Sacha nella sua bancarella, dietro alla vetrina piena di panini dolci e focaccine di maiale, che si fissava le mani tese.
Cinder si portò una mano al volto nello stesso momento in cui la consapevolezza iniziava a serpeggiare nella piazza.
— La peste! — urlò qualcuno. — Ha la peste!
Nella strada esplose il panico.
Le madri radunarono i propri figli, coprendosi disperatamente il viso con le mani mentre si allontanavano in fretta dalla bancarella di Sacha. I negozianti chiusero di scatto le porte scorrevoli.
Sunto urlò e corse verso la madre, ma lei allungò le mani per non farlo avvicinare.
No, no, stai indietro. Una vicina negoziante afferrò il ragazzino, tenendolo sottobraccio mentre correva via. Sacha gli urlò qualcosa, ma le parole andarono perse nel tumulto.

[da Cinder - Cronache lunari di Marissa Meyer, pagg. 20-21 ]

E voi cosa state leggendo di bello? Se vi va, fatemi sapere lasciando il vostro teaser nei commenti! Buone letture!

8 commenti:

  1. Ma... come saranno queste focaccine di maiale?! :D
    [#GenteFocalizzataSuCoseSalientiPerLei :D]

    Che si tenti di rendere la bellezza eterna, e la bellezza muore. Ciò che è bello non è ciò che è nudo, ma ciò che si denuda. Non il suono del riso, ma la gola che ride. Non la traccia sulla carta, ma il momento in cui il cuore dell'artista si è lacerato.
    [Emmanuelle, E. Arsan]

    RispondiElimina
  2. Cinder ce l'ho sul comodino che attende il suo numero,come dal panettiere ;)
    Sono curiosa di leggere la tua recensione!
    Il mio Teaser:
    -Molte persone durante un esperienza di premorte hanno delle strana allucinazioni e sensazioni che in seguito sanno ricordare in tutti i vividi dettagli.Alcuni affermano perfino di rammentare la loro stessa morte-
    [Le ragazze morte sono facili di Terri Garey]

    RispondiElimina
  3. "Fuori piove e tu sei la persona con cui voglio guardare fuori quando piove"

    G. Carcasi
    "Tutto torna"
    Pag 59
    Ed. I Narratori, Feltrinelli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uuuh questo voglio leggerlo anch'io! *_*

      Elimina
  4. Il tuo teaser è davvero bello e mi fa venire il dubbio che avevo sottovalutato questo libro... mi sa che resto in attesa della tua recensione su Cinder e poi magari rivedo la decisione di lasciarlo fuori dalla wish list :)

    RispondiElimina
  5. Monto carino Cinder, sono sicura che ti piacerà ^^

    RispondiElimina
  6. Ecco il mio ve lo posto lo stesso anche se Matteo lo ha già letto:

    Avevo nove anni quando vidi il mio prima fantasma.
    Mio padre e io stavamo rastrellando le foglie nel cimitero dove lavorava come custode da anni. Lìautunno era cominciato da poco, non faceva ancora abbastanza freddo per indossare un maglione, ma quel pomeriggio l'aria era frizante mentre il sole calava all'orizzonte. Una brezza leggera portava con se l'odore del fuomo di legna e degli aghi di pino, e quando il vento aumentò d'intensità, uno stormo di uccelli neri si levò in volo dalla cima degli alberi per solcare come una nube tempestosa il cielo di un azzurro pallido.
    Mi schermai gli occhi con la mano per osservarli e quando alla fine abbassai lo sguardo, lo vidi in lontanaza. [...]
    Chino sul rastello con cui stava ripulendo le lapidi, mio padre sibilò fra i denti: <>.

    The restorer (La signora dei cimiteri 1)di Amanda Stevens

    RispondiElimina